Ti racconto Leggo Quindi Sono

Autori acclamati come rockstar, libri supportati come tifosi in uno stadio. Passione, curiosità ed entusiasmo per le storie. Dal 2015, ogni anno, 5 libri di 5 scrittori pubblicati da 5 case editrici indipendenti, sono stati letti, indagati e votati dai ragazzi delle scuole superiori di Foggia arrivando nell’ultima edizione a coinvolgere più di 500 studenti.

Sto parlando del progetto concorso “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole” che ha tra i suoi obiettivi quello di portare i libri  pubblicati da case editrici indipendenti nelle scuole d’Istruzione Secondaria, nelle periferie e nei piccoli comuni dove di solito i libri stentano ad arrivare.

Ho avuto la fortuna di partecipare ad alcuni degli incontri della scorsa edizione e ho trovato dei ragazzi attenti con degli occhi vispi che ascoltavano, facevano domande cercando punti di vista differenti e nuovi modi per interpretare loro stessi e la realtà che li circonda. Li ho visti discutere difendendo le loro idee e le loro preferenze senza mai cercare di prevaricare sugli altri, abbattere le barriere della timidezza accostandosi agli autori regalandogli un pezzetto del loro mondo, sorridere tantissimo per una gioia incontenibile.

Venerdì 25 gennaio sarà Leonardo Palmisano, con il suo libro “Tutto torna” edito da Fandango Libri, a dare il via a questa Quarta Edizione incontrando gli studenti delle scuole medie superiori in mattinata, i detenuti della Casa Circondariale di Foggia nel primo pomeriggio e chiunque abbia voglia di ascoltarlo nella Biblioteca Provinciale dalle 18.00.

Per raccontarvi LQS ho fatto una chiacchierata con Salvatore D’Alessio giovane libraio e una delle colonne portanti di questo progetto che rimette al centro la passione dei ragazzi.

testatina-quarta-edizione

Cos’è Leggo Quindi Sono? Come nasce? Cosa si propone?

LQS è un’associazione di volontariato culturale e insieme un premio letterario: “Le giovani parole”. Quattro anni fa con un gruppo composto da colleghi librai ed insegnanti ci siamo resi conto che sui comodini e negli zaini degli studenti solo poche volte c’erano titoli che non fossero super best seller e fenomeni editoriali scritti e stampati solo per loro. Ci dispiaceva che non considerassero la bibliodiversità e l’enorme produzione editoriale, quindi abbiamo fatto un esperimento, proporre loro una rosa di libri scritti da autori italiani e pubblicati da piccoli editori indipendenti. Da questa selezione con i ragazzi scegliamo 5 romanzi e durante l’anno scolastico portiamo gli autori nelle loro scuole, gli scrittori e le scrittrici che incontrano sono quasi sempre giovani e molto diversi da quelli che studiano nelle loro antologie e l’incontro accorcia le distanze tra loro e la lettura.

Un resoconto delle passate edizioni e se e come è cambiato LQS?

In quattro anni moltissime cose sono cambiate, la prima edizione era un esperimento, una scommessa, due scuole pilota (Pascal e Poerio di Foggia), negli anni altre se ne sono aggiunte, l’istituto Notarangelo di Foggia, il Giannone di San Marco in Lamis e Giordani di Monte Sant’Angelo. Poi si sono uniti al progetto le istituzioni che rendono possibile le nostre attività, il Comune di Foggia, la Fondazione dei Monti Uniti, la Biblioteca Provinciale. In quattro anni siamo passati dai 100 giurati della prima edizione ai 535 giurati di quella passata, che ha battuto sul numero dei lettori anche il Premio Strega Giovani che coinvolge 500 lettori. Le iscrizioni sono sempre aperte, chiunque può venire a leggere con noi, altre scuole potrebbero entrare nel concorso e si è appena iscritta al progetto anche il Liceo Classico Duni di Matera, grazie all’impegno del Festival Amabili Confini che ci dà l’opportunità di rientrare tra le attività della città simbolo della cultura europea del 2019. Un’altra importante novità di questa edizione è che il premio si apre alla città, tutti gli autori ospiti faranno tappa nella Biblioteca Provinciale di Foggia “La Magna Capitana” per incontrare i lettori che non vanno più a scuola, e quelli che leggeranno tutti i 5 libri in gara guadagneranno il diritto di voto.

Sta per partire la Quarta Edizione cosa ci aspetta?

Sarà un’edizione piena di storie vicine ai ragazzi, 4 su 5 finalisti sono romanzi di formazione che ci permetteranno di entrare nella loro quotidianità, di confrontarci con loro e di crescere insieme. I book tour degli autori partono il 25 e il 26 gennaio con Leonardo Palmisano, giornalista e sociologo alla sua prima prova narrativa con “Tutto torna”, Fandango Libri, un’indagine che parla della nostra terra, delle cosche mafiose pugliesi, un romanzo con una base realissima e crudele. Il 15 e il 16 febbraio toccherà a Valeria Caravella che ha esordito con “Il maggiore dei beni”, Nowhere, con un romanzo di formazione ambientato in una città senza nome che somiglia moltissimo alla provincia di Foggia. L’1 e il 2 marzo sarà la volta di Massimo Cacciapuoti e il suo “La notte dei ragazzi cattivi” edito da Minimum Fax, lo storico marchio romano che ha cambiato la storia dell’editoria indipendente in Italia e che per la prima volta gareggia al nostro premio. Il 22 e il 23 marzo incontreremo Peppe Millanta e “Vinpeel degli orizzonti”, Neo edizioni, un libro che sta facendo incetta di Premi, compreso il prestigioso John Fante. Il 3 e il 4 aprile chiuderemo le danze con Dario Levantino e “Di niente e di nessuno”, Fazi, uno degli esordi più sorprendenti dell’anno passato e che è già in corso di traduzione in Europa

Dai dati ISTAT emerge che la Puglia è una delle regioni in cui si legge meno e pare che negli ultimi anni sia sceso drasticamente il numero degli adolescenti che leggono in Italia. Al cospetto di questi dati LQS è un’isola felice, infatti, durante le presentazioni è palpabile l’entusiasmo coinvolgente e l’interesse vivo dei ragazzi. Come si creano dei progetti che coinvolgano realmente i ragazzi nella lettura?

Coinvolgere i ragazzi è meno difficile di quanto si possa credere, basta saperli ascoltare, confrontarsi coi loro docenti, coinvolgerli nel gioco, non imporgli nulla ed essere sempre in connessione con loro, intercettare i loro gusti, fare scoprire a loro stessi i generi che amano, sfidarli anche con trame e copertine che di primo acchito non avrebbero mai letto. Nei libri che proponiamo spesso ci sono temi importanti che li sfidano a riflettere su tutto quello che li circonda, dalla famiglia, alle migrazioni e all’impegno civile. Ecco credo che l’elemento di forza sia dare stimoli e regalarglieli, dare loro gli strumenti per leggere la realtà, supportati dalle storie dei libri e dalle parole degli autori che incontrano.

Con LQS la lettura diventa anche strumento di inclusione grazie al coinvolgimento della Casa Circondariale di Foggia in cui alcuni detenuti hanno formato un gruppo di lettura, incontrano gli autori e assegnano un premio speciale ad uno dei cinque libri dell’edizione in corso.  Com’è nata questa collaborazione?

L’idea è del Centro Servizi per il Volontariato di Foggia che con il contributo della fondazione Monti Uniti da anni svolge attività culturali all’interno del penitenziario. Grazie al contributo della dottoressa Lisa Graziano portiamo i libri anche dove di solito non arrivano. Gli incontri con questo gruppo di lettura sono sempre molto diversi, vissuti con molta partecipazione e visti come un piccolo momento di festa, ore in cui i muri della loro struttura non esistono, ci sono solo le parole, in questi anni molti di questi ragazzi sono rimasti in contatto con alcuni autori in gara, si scrivono lettere e quelli con la passione per la scrittura seguono i loro consigli degli autori e all’incontro successivo ci fanno leggere le loro recensioni e i loro racconti, e chissà che prima o poi qualcuno non finisca per scrivere un libro vero come quelli degli autori che hanno incontrato.

Grazie Salvatore! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...