Passeggiate cieche

Abbandonarsi alle cure di una sconosciuta. Lasciare che siano i suoi occhi a guidarci tra le vie frenetiche della città. Affidarsi alle volte dà la sensazione di dilatare il tempo e lo spazio. 

Elena ha deciso di affidarmi un suo racconto e io sono piena di tutto l’entusiasmo e la responsabilità che questo comporta. La ringrazio per la fiducia ma soprattutto per il coraggio di lasciare andare un pezzo di sè.  

Buona lettura! 

Continua a leggere