Una settimana di racconti #17

Mi piace fantasticare su quali saranno gli autori che troveremo domani negli scaffali delle librerie. Se posso farlo è anche grazie all’importante lavoro che fanno le riviste letterarie e i collettivi di scrittura, che continuano a dare la possibilità agli scrittori di poter condividere i loro racconti senza necessariamente dover aspettare di farne un libro, agli autori sconosciuti di muovere i primi passi e a noi lettori di scoprire in che direzione muoverà la letteratura di domani. Fortunatamente di riviste (di carta e online) e di collettivi ce ne sono tantissimi, sfortunatamente non ho il tempo di leggerli tutti (ahimè). Qui un piccolo riepilogo dei racconti che mi sono piaciuti questa settimana.

Es ist wichtig di Giulia Romoli su  L’Inquieto

Restare in una vita che non ti appartiene per far sentire al sicuro le persone che ami.

L’usuraio di Tiziana Tomasulo su Crapula Club

Una favola nera. Pochi buoni sentimenti spezzati dall’avidità. Nessun lieto fine.

Dimenticare di Martina Marasco su Narrandom

Ogni giorno il suo sorriso furbetto a ricordarti che volevi un altro finale per la tua storia. La speranza che ancora non ti lascia.

Carciofi di Valerio Valentini su  Reader For Blind

Capita di non ricordarsi delle persone che amiamo o di associare il loro ricordo a qualcosa che non ci piace. Il cervello fa strani scherzi e amplifica quel senso di perdita che torna a trovarci.

Malinconia in finnico di Pablo Renzi su  Tuffi Rivista

La difficoltà di cercare le parole per descrivere le proprie emozioni. Per alcune saresti disposto anche ad imparare lingue sconosciute pur di darle un nome.

Happy hour di Ileana Moriconi su Spazinclusi

La complessità delle relazioni. Quando quello che abbiamo non è quello che vorremmo. Liberazioni che per alcuni sembrano condanne.

Se mi lasci fare, vale di Sara Mariotti su Inutile

Rispettare gli altri, i loro tempi, i loro spazi e anche il loro dolore. Lasciar fare per sopravvivere al continuo perdere l’equilibrio delle nostre vite.

John Barleycorn must die di Eva Luna Mascolino su L’irrequieto

Il segreto di Matt il matto? Aspettare che ad alcune storie venga data una seconda possibilità.

Le luci della Bnl  di David Valentini su Spaghetti Writers illustrazione di Giulia Spinelli

Amore, lavoro e vite precarie intrise di nostalgia. Palazzoni sventrati che sembrano spettri da lasciare in eredità per spiegare questo tempo bastardo che abitiamo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...